Cinque Terre

Noleggio barche alle Cinque Terre

5 terre è una delle zone più affascinanti della Liguria, che si estende lungo la costa per 10 chilometri. Qui regna il mare con le sue acque cristalline e cielo di colore blu brillante. Piccole insenature con spiagge di ciottoli sono nascoste da promontori rocciosi ricoperti di verde lussureggiante della macchia mediterranea. Tutto ciò sorprende con la sua bellezza incontaminata. Su questa costa rocciosa e frastagliata si sono allineati le Cinque Terre, fondendosi con questo paesaggio e diventando tutt’uno con la natura selvaggia di questo territorio.
Le prime testimonianze documentate delle Cinque Terra risalgono al XI secolo. Gli insediamenti di Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore, sono famosi in tutto il mondo per la loro rara bellezza. Le 5 Terre è una delle destinazioni turistiche più attraenti in Italia e dal 1997 sono state riconosciute come patrimonio mondiale dell’UNESCO. Prima della costruzione della linea ferroviaria, questo territorio era isolato dal resto del mondo e proprio grazie a questo che hanno preservato la bellezza naturalistica non contaminata. Persino oggi non è facile arrivare qui in auto, la strada si snoda con una serpentina sui monti e ci vuole più tempo rispetto al treno. La ferrovia rimane il mezzo di trasporto più veloce e passa attraverso le gallerie scavate dentro i monti. Noi vi consigliamo di noleggiare uno yacht per poter ammirare la costa in tutto suo splendore.
Dal 1999 il territorio delle Cinque Terre è stato dichiarato il Parco Nazionale e grazie a questa protezione sta tornando al suo splendore originario.
Con una barca a noleggio sarà possibile raggiungere le calette segrete della costa, spesso raggiungibili solamente dal mare… ti godrai il mare cristallino e inalerai l’aroma vertiginoso dei fiori selvatici e il verde che copre le baie rocciose.
L’aspetto delle Cinque Terre è peculiare, grazie al duro e costante lavoro degli abitanti di queste terre. I ripidi pendii collinari, che ricadono ripidamente nel mare, sono stati trasformati dall’uomo in cosiddetti terrazzamenti “ciàn”, bordati da muretti costruiti “a secco”. L’affascinante ricamo disegnato dai terrazzamenti verdi, scende verso il mare, interrompendosi per lasciare il posto ai villaggi di pescatori con case dipinte in colori pastello. In uno studio, si è scoperto che la lunghezza totale delle terrazze è di undicimila chilometri con un’altezza media di 2 metri. Il sistema agricolo a terrazzamenti è millenario e sono state sempre utilizzate soltanto pietre e terra. Grazia alla posizione favorevole delle Cinque Terre, molto soleggiata e protetta dai venti, le uve e gli ulivi sono tuttora coltivati su questo territorio.
Questa zona è famosa per la produzione del vino delle Cinque Terre e del profumato Sciacchetrà, entrambi vini della categoria DOC. “Cinque Terre” è un vino bianco secco, di colore giallo paglierino delicato, si abbina bene ai frutti di mare e alle torte di verdure. Sciacchetrà è il vino più famoso prodotto nelle Cinque Terre. Ha un sapore di liquore dolce con una ricca consistenza e aroma, adatto per i dessert. Lo Sciacchetrà è prodotto in quantità molto limitata a causa delle difficoltà con la vitivinicoltura considerata eroica e per via della resa minima, solo 25 litri di vino con 100 chilogrammi di uva. Questo vino è ottenuto dalla fermentazione delle stesse uve del bianco lasciate appassire per tre mesi lontano dal sole. Quando le bacche sono ricoperte di muffa nobile, i grappoli vengono tagliati e spremuti. La fase finale del processo è la vinificazione e invecchiamento, avviene in botti di legno o in anfore di terracotta.
La cucina delle Cinque Terre è l’erede di una tradizione millenaria, strettamente legata alle radici storiche di questa terra. Il pesce qui fa da padrone: acciughe, orate, branzini, calamari e polpi, sono gli ingredienti principali di molte ricette. I piatti sono sapientemente conditi con delle spezie profumate che crescono in questa zona, come origano, timo e maggiorana. Inoltre per il condimento si usa l’olio d’oliva locale. Nella cucina tradizionale delle Cinque Terre, ci sono tantissimi piatti a base di verdure, poiché vengono coltivate ovunque nei giardini. La cucina tipica presenta un gran numero di torte e zuppe di verdure, per la preparazione di cui usano: borragine, bietole, cavoli, carciofi, patate e porri. Pochissimi piatti a base di carne contengono principalmente carne di pollo o di coniglio d’allevamento.

Open chat